Top 5 libri per nani

Vi penso anche da Stoccolma, care amiche!

L’ho già detto almeno due volte, perciò perdonatemi se lo faccio una terza: adoro i libri per bambini. Sono un’accanita lettrice e sto cercando di inculcare la passione per la lettura anche alle nane, finora con successo.

Oggi vorrei darvi alcuni suggerimenti di lettura per bambini, direttamente dalla nostra libreria.

Ruthi vuole dormire e altre storie, di David Grossman.

Un libro delizioso dalle figure estremamente colorate, realizzate con una tecnica simile al collage: cattureranno l’attenzione dei più piccoli come la nanetta n.2. Le storie sono tenere, originali, scritte con sensibilità e con la notevole capacità di mettersi nei panni dei bambini. La nostra preferita è “Yonatan è un vero detective”, in cui i protagonisti sono un bambino e la sua cagnetta. Ne vedrete delle belle…

Rime per le mani di Chiara Carminati, Simona Mulazzani e Giovanna Pezzetta. 
Un libro e un cd audio ricco di filastrocche per muovere il corpo, per fare il solletico, per fare il bagno, per somministrare carezze e provare le capriole. Perfetto per ballare come sciammannate in salotto al ritmo della “tarantella del pizzicotto”.
 

 Guance ciliegine di Bruno Tognolini.

Un libro sulla timidezza, sull’accettarsi e sulla ricchezza interiore dei bambini. Un libro gentile, a tratti sognante, da leggere tutto d’un fiato, per non sentirsi più timidi davanti agli adulti, come passerotti spennacchiati davanti alle aquile.
  

Voglio due compleanni, di Tony Ross.
Figure divertenti, ironiche, testi esilaranti, che riescono però a trasmettere una morale, inducendo il piccolo lettore a riflettere sulla necessità di apprezzare i momenti speciali proprio perchè unici.

Mal di pancia calabrone, di Bruno Tognolini (lo so, sono due dello stesso autore, ma in questo periodo ho la Tognolini-mania!).

Chi non vorrebbe un incantesimo per scacciare gli adulti appiccicosi, che ti riempiono di baci e ti trattano come un pupazzo? Una formula magica per riordinare i giocattoli, scovare i calzini spaiati e farli stare su quando scendono fastidiosamente lungo le gambe? un incantesimo per far arrivare i compleanni subito, senza aspettare un anno intero? Tutti i bambini, e forse anche qualche adulto. Divertentissimo, da non perdere.

E voi, avete da segnalare delle belle letture per nani?

8 pensieri riguardo “Top 5 libri per nani”

  1. Non e' facile farli avvicinare alla lettura, perche' loro associano la lettura alla scuola…io cerco nel mio piccolo ma non so se riusciro'…pero' per esempio mio figlio ama disegnare ed e' molto bravo per la sua eta'…e lo sto spingendo a migliorarsi…nel mio piccolo…grazie giovy comunque….

  2. @Gemma: grazie tesoro, crecherò senz'altro questo libro e spero che mi facciate giungere anche altre segnalazioni; anzi, se il tema libri vi interessa potrei far diventare questo della recensione un appuntamento fisso, a cadenza magari mensile, che ne dici?@ Vale: in genere i bimbi imparano l'amore per la lettura vedendo che i genitori leggono con grande godimenti; l'esempio è sempre la migliore arma a nostra dispozione per imparare qualcosa… potresti iniziare a legger loro storie divertenti; io faccio un sacco di voi, una per ogni personaggio, e insieme alle nanette ci faccimao grandi risate!un bacio

  3. Dopo questo articolo ho preso nota dei titoli da te segnalati e mi sono messa in caccia degli stessi, purtroppo nella biblioteca del mio piccolo paese ne ho trovato soltato uno, ma ho pensato: meglio questo che niente. Vado, prelevo "Rime con le mani" e lo porto a casa per proporlo come sorpresa ai miei due cuccioli. Da quel momento, o meglio dalla prima lettura in poi, è diventato l'amico inseparabile di mia figlia! Se lo porta pure nel letto con lei e la sera non fa altro che chiedere si sentire il CD allegato. E quando stamattina ha portato a scuola il libro completo di CD e la maestra ha detto che l'avrebbero letto in classe, dovevate vedere la soddisfazione sul suo volto! Impagabile! Grazie Gio!! Continua così … Elisa

  4. Ciao Elisa, grazie mille per le tue parole lusinghiere: condividere gioie e dolori della "mammità" e far circolare buone idee è proprio l'obiettivo che mi pongo con questo blog, se ci sto riuscendo ne sono davvero felice."Rime per le mani" è comunque un piccolo capolavoro, capace di attirare, per le musiche raffinate, le simpatie di grandi e piccini!un abbraccio, torna presto a trovarmi!

  5. Ciao, sono capitata per puro caso in questo blog oggi, e ho trovato subito il post sui libri. Sin da piccola la mia passione è stata leggere.. sin da quando ho imparato a leggere, perché ai miei tempi i libretti pre-scolastici (si chiamano così? mah..) non esistevano, o forse a CasaMia non erano contemplati fra le esigenze di un bambino. A proposito del diritto alla lettura, e della lettura come obbligo scolastico (che hanno fatto soffrire anche me…) o trovato l'anno scorso per puro caso in biblioteca (non sapevo fosse la biblioteca di scienze della formazione) un libro bellissimo che consiglio a tutte voi mamme per aiutare i vostri figli (anche adolescenti) a godere del loro diritto alla lettura e a difendersi dall'obbligo scolastico, un vero assassino per la passione della lettura, si tratta di Come un romanzo di Daniel Pennac.Ciao a tutte da parte di una ex bambina con la passione (incompresa) per la lettura e con la paura (incredibile?) dei libri letti solo perché in programma!Elle

  6. Ciao Elle, mi fa piacere che abbia apprezzato il post! Mi hai dato un consiglio graditissimo, anche perchè Pennac mi piace davvero molto e questo libro me l'ero perso. Hai proprio ragione, la scuola a volte riesce a far disamorare dalla lettura anche il bambino più desideroso di imparare, è un vero peccato.Mi farà piacere se continuerai a seguirmi, un caro saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *