Di letterine e errata corrige

– Amore, è ancora troppo presto per scrivere la letterina per Babbo Natale, siamo a novembre! – ho detto io una decina di giorni fa alla nana grande. 
Ma lei è decisamente già entrata nell’atmosfera natalizia, canticchia tutto il giorno White Christmas, con una pronuncia che neanche Noemi Letizia nel pietoso video in cui si cimenta in All I want for Christmas, e non riesce a pensare ad altro. 
Così l’ha voluta compilare. Su un foglio di carta da lettere, gentilmente offerto dalla sottoscritta, ha messo nero su bianco i suoi desiderata: alcune bambole di ultima generazione, di quelle che fanno pipì, popò e ti aiutano nei compiti di matematica, un gatto vero, un paio di scarpe col tacco (?), una casa per le bambole, un carillon. Infine un comodino-libreria tutto per sè da tenere nel soppalco, ormai diventato suo regno e rifugio.
Ha messo la letterina contro il vetro della finestra del salotto, in modo che il folletto postino, di passaggio, la vedesse, ed è andata a letto fiduciosa. Il giorno dopo naturalmente la letterina era stata ritirata, e tutto è andato bene fino a ieri sera, quando sono rientrata a casa con il catalogo di un negozio che e vende giocattoli in legno, belli ed ecologici. Si è portata il catalogo a letto e dopo un po’ è tornata in lacrime in salotto.
– Amore, cosa c’è? Stai male? –
– Guardaaaaaa! Ci sono un sacco di cose che mi piaccionooooo! E adesso come faccioooooo? – ha singhiozzato facendomi vedere il catalogo. In diverse pagine c’era, annotato in penna rossa, “lo voglio!”
– Come fai a far cosa? – ho chiesto
– A correggere la letterinaaaaa e aggiungere le altre coseeee! Uhuhuhuhu! Ormai il folletto l’ha ritirataaaa! – 
-ehm, beh… dunque… potremmo…-
– Lo vediiiii? Lo vedi che non si puòòò? Buhuhuh!-
– aspetta amore, ho avuto un’idea: quando scrivo la mia letterina aggiungo che mi piacerebbe vederti felice con questi altri regali, e li indico, che ne dici?-
– Sniff, sob… va bene, forse così si può fare-
Tranquillizzata è tornata a letto, stringendo il catalogo al petto.
Questi sono gli inconvenienti di credere fermamente nell’esistenza di quel simpaticone di Babbo Natale e in tutta la sua magica organizzazione di folletti postini ed elfi aiutanti.
Ah, volete sapere cosa vuole la nana piccola per Natale?
Un cavallo vero, un gattino e una giraffa. Veri anche loro, naturalmente. Facile, no?

3 pensieri riguardo “Di letterine e errata corrige”

  1. Ciccia mi hai fatto morire!Che cucciola Anita…Senti, noi scriveremo le nostre letterine stasera e devo dirti che le idee dei ragazzi sono chiarissime. Isabella vorrebbe la carrozzina o il passeggino per Cicciobello e un Abbraccioso (non so nemmeno cosa sia!), mentre Massi vorrebbe le costruzioni Lego dei Pirati e la felpa di Super Mario. Devo dire che sono di non troppe pretese. Ma mai quanto Michi, che a Babbo Natale ha chiesto una gomma da masticare e una caramella. Parliamone!Io invece a Babbo Natale ho chiesto un Folletto, ma non uno dei suoi…quello Vorwerk!!

  2. Anita li ha gli abbracciosi, sono dei peluche che si usano come un braccialetto, sono graziosi…Anita ha detto che le servono anche quaderni per Natale… ma ti pare???Io spero, per me, che arrivino alcune cosine per la casa, e una serie di libri di cui parlerò in un prossimo post.Un abbraccio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *