Charlotte al cioccolato

Un post dolce dolce per riconciliarmi con il tempo variabile come il mio umore. Con la malattia e l’immobilità. Che è vero che c’è chi sta peggio, ma certo, ma c’è anche chi non si trascina, come me, irrigidito dal mal di schiena e con mal di testa permanente.
Questo è il dessert che ho preparato qualche giorno fa per alcuni amici che sono venuti a casa per una pizza.
Come al solito, la ricetta nasce dall’adattamento di altre ricette; non so perchè ma sono incapace di seguire pedissequamente una ricetta, finisco sempre per fare delle modifiche in corsa fin dalla prima volta che la provo, come se non mi fidassi completamente di quello che il testo propone.
CHARLOTTE AL CIOCCOLATO
ingredienti: una confezione di savoiardi morbidi, un liquore leggero (io uso il Baileys), 4 tuorli, 125 gr di zucchero, 1 cucchiaio di farina, 1 cucchiaio di maizena o fecola di patate, 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere, 120 gr di cioccolato fondente, 1 foglio e 1/2 di colla di pesce, 250 ml di latte, 250 ml di panna fresca e 250 ml di panna montata per guarnire.
Si inizia tagliando a misura i savoiardi per disporli a forma di fiore sul fondo di uno stampo da budino foderato di carta forno. I savoiardi devono prima essere inzuppati nel liquore diluito in poco latte (così il dolce risulta gradito anche ai nani) Si procede riempiendo poi i buchi che restano tra un “petalo” del fiore e l’altro, utilizzando i ritagli di savoiardo. Poi si foderano coi i biscotti le pareti dello stampo, avendo cura di sovrapporre i biscotti per qualche mm, in modo che non restino fessure dalle quali la crema possa fuoriuscire.

fondo completo e pareti in progress
Una volta ultimata la calotta di biscotti si lascia per alcune ore in frigorifero in modo che le giunture tra un biscotto e l’altro si saldino perfettamente tra loro.
Si procede intanto a preparare la crema, mettendo a scaldare il latte sul fuoco. Nell’attesa, sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere poi nell’ordine farina, fecola e cacao; poi temperare le uova con un mestolo di latte caldo in modo che non si strapazzino, e versare poi il resto del latte bollente a filo. Portare sul fuoco e far sobbollire per qualche minuto mescolando continuamente. Aggiungere infine, una volta spostato dal fornello, il cioccolato spezzettato e la colla di pesce bagnata e strizzata. Trasferire in una ciotola e lasciar raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigo. 
Prima che la crema si solidifichi completamente versarla all’interno della calotta di biscotto e rimettere in frigo per almeno 2 ore. Subito prima di servire rovesciare su un piatto e guarnire con la panna montata – operazione nella quale io sono scarsissima! – e gocce di cioccolato, canditi o altro a piacere.

in fase di decorazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *