Routine per il rientro a scuola

La prossima settimana le nanette riprenderanno la scuola, e in questi giorni stiamo elaborando quella che sarà la nuova routine del mattino. Obbiettivo: smussare il più possibile gli spigoli contro cui inesorabilmente sbattiamo ogni mattina.
Visto che, come ormai tutti ben sanno, siamo una famiglia cronicamente disorganizzata, in ritardo, che si ricorda di cose fondamentali all’ultimo secondo, il rispetto della routine del mattino è fondamentale per evitare di arrivare a scuola sempre in ritardo, con la metà dei materiali necessari, le scarpe scompagnate e così via.
Abbiamo capito che la routine del mattino, per essere efficace, inizia… la sera prima.
Sì perchè ci sono alcune operazioni che, se non le facciamo la notte, prima di andare a letto… mamma mia! La mattina dopo diventano quasi insormontabili.
Ad esempio, preparare i vestiti in anticipo. Risultato: un risparmio di tempo che va dai 30 secondi ai 10 minuti, a seconda della lunghezza della polemica che accompagna la scelta. Io cerco di assecondare il più possibile le inclinazioni naniche ma a volte… proprio non si può. Sandali in inverno, collant di cotone a giugno, abbinamenti improbabili tra righe rosa e quadri arancio…la contrattazione sull’abbigliamento scolastico, a dispetto del grembiule che tutto copre, può essere davvero infinita. Meglio, allora, affrontarla quando non si è di fretta. Banale, quasi scontato, ma le poche volte che l’ho scordato è stata una tragedia.
Lo dico a voi quindi per dirlo a me stessa.
E la preparazione in anticipo dello zainetto, dove la vogliamo mettere? Perchè misteriosamente, quando la mattina sei di fretta ed hai i minuti contati, i quaderni sembrano inesorabilmente andare a nascondersi sotto il letto, dietro ai divani, le gomme da cancellare sono state usate come giocattolo dal gatto, e chissà dove sono finite rotolando. Tutto vero…tenete conto che la pagella della nana grande, da conservare come cimelio, è stata inesorabilmente rosicchiata in un angolo! La magistratura ha avviato un’indagine per scoprire se il colpevole sia il cane o il gatto. Io propendo per il gatto, ma si sa che si è innocenti fino a prova contraria…
Il primo step della mattina sarà purtroppo quello di portare la sveglia indietro. Sono un tipo mattiniero, ma confesso che puntarla prima delle 7 cozza contro una mia barriera mentale. Hey, stiamo parlando delle 6, accidenti!
Il sacrificio però viene ripagato dal fatto di essere pronta per prima, e poter svegliare le fanciulle con largo anticipo sull’orario in cui dobbiamo uscire di casa (ore 8). Ho constatato infatti che lasciarle dormire più a lungo per poi doverle sollecitare in continuazione a prepararsi più velocemente è controproducente, e porta solo al nervoso generale. Meglio alzarsi prima e far le cose con calma.

Colazione: altro tasto dolente. Se la nana piccola beve serenamente il suo latte, la nana grande al risveglio digiunerebbe volentieri, per poi morire di fame intorno alle 9. Abbiamo discusso su come risolvere il problema, concordando una serie di menù diversi da alternare al mattino, in modo che l’effetto novità contribuisca a risvegliare l’appetito. Cereali, yogurt da bere, toast dolci o salati, frutta e pane saranno gli amici che accorreranno in nostro aiuto.
Usciti dal tunnel del sonno e del digiuno, lavarsi e acchiappare i vestiti pronti sarà un attimo, e in men che non si dica saremo fuori della porta. O almeno lo spero.
E voi che routine avete la mattina? Avete qualche trucco salva-vita da consigliarmi?

5 pensieri riguardo “Routine per il rientro a scuola”

  1. Io cerco di preparare anche la colazione in anticipo…metto il latte in tazza e biberon che poi vanno solo infilati nel microonde.preparo la macchinetta della moka per me,che poi verrà accesa solo al momento(potrei farlo anche la sera prima,tanto poi va nel latte…ma mi piace sentire l'aroma del caffè appena fatto al mattino!).Naturalmente faccia,denti e un rapido bidet non possono essere anticipati,ma mai rimandare la doccia al mattino:anche volendo escludere i capelli,è sempre una grossa operazione mangia-tempo!Quindi alla fine,per tutto il trucco è giocare d'anticipo.Io ho un grosso scoglio da sormontare…la cattivissima abitudine della grande a fare la colazione davanti ai cartoni animati.Non lo fa a pranzo,non lo fa a cena,ma per colazione fanno quasi parte del menu'…davvero:non beve il latte nemmeno se per caso accendo la tv e c'è la pubblicità!

  2. Penso che giocare d'anticipo sia il segreto che garantisce i migliori risultati, eppure spesso la notte siamo troppo stanchi per preparare tutto e rimandiamo al giorno dopo… quando oltre che stanchi saremo di fretta! Per il problema dei cartoni, noi per evitarlo abbiamo deciso di avere un solo televisore, in salotto, che non può essere acceso prima del dopopranzo. Resistere a volte è dura ma cediamo solo in caso di malattie o simili. E se provassi a proporle qualcosa di diverso dalla TV? sfogliare insieme un libro, ascoltare una storia…

  3. Anche noi abbiamo solo la tv in salotto per gli stessi vostri motivi e infatti è li' che V.beve il suo latte.Adesso che la sorellina prende il suo biberon a tavola, qualche volta riesco a convincerla a stare in cucina con noi,ma ancora non riesce ad abbandonare questo suo rituale…il piu' delle volte impedirglielo è come far esplodere una bomba,che appunto:alle 8 del mattino è l'ultima cosa che si desidera!!!E' che adesso abbiamo ancora orari tranquilli visto che l'ingresso alla materna è alle 9..e riusciamo a rischiare di arrivare tardi anche cosi'!

  4. Nessun trucco, solo organizzazione come la tua. Anche noi zaino, vestiti e doccia alla sera prima di andare a letto, risco a puntare la sveglia alle 7 per uscire alle 8 e ci infilo anche "i panni da stendere". Tutto merito del mio ometto, che una volta fatta colazione, si lava denti e viso e si veste da solo, visto che è tutto pronto. Il piccolo mi fa da assistente mentre stendo per poi vestirlo e lavargli i denti. Poi via tutti in macchina ^__^. Da noi vige la regola niente cartoni mentre si mangia, altrimenti si andrebbe troppo per le lunghe, sarebbero ipnotizzati dalla TV e non si finirebbe mai.Miiii ho già inserito 4 volte la parola di verifica ma niente non me l'accetta.siamo a 6 vediamo se questa è la volta buona.ancora niente, ma sono cecata io o sono complicate loro.bòòòòòòniente non ci riesco proprionooo da panico sono 5 minutio che provo e niente non riesco a commentaresono arrivata a 10 minuti

  5. Visto Alex, i tuoi commenti ci sono tutti… grazie per la perseveranza!Vedo che il giocare d'anticipo va per la maggiore… e in seconda battuta direi che autonomizzare il più possibile i nostri figli nello svolgimento delle piccole attività del mattino sia l'altro aspetto fondamentale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *