Capodanno

Autunno è un set di matite perfettamente allineate, tutte di uguale lunghezza ma ancora per poco, prima che i rossi e i gialli e gli azzurri diventino irrimediabilmente più corti ogni ora che passa, tra piccole mani che disegnano grandi scenari. E’ odore di quaderni e libri nuovi di zecca, di nuovi sport da provare, di buoni propositi su come saremo, su quello che faremo. Su chi vorremo essere in questo nuovo anno che si avvicina.
Per questo, per me l’inizio dell’autunno è come capodanno.
Lo dico ogni settembre e l’ho fatto anche un anno fa, quando ho creato questo blog. Perchè è alla fine di settembre, quando il tempo inizia impercettibilmente a cambiare, dandoci parziale tregua dall’afa, quando si respira un’aria di nuovo, di infinite e illimitate possibilità, che in me irrompe la voglia di fare progetti e inizio a compilare liste. E inevitabilmente, queste liste diventano sempre più lunghe, arricchite da mille idee, alcune delle quali bislacche e irrealizzabili, che sembrano prodursi nella mia mente per generazione spontanea.

Ecco, allora, i miei progetti per questo capodanno autunnale.

  • sistemare due nuove mensole della cucina dipingendole e utilizzandole per i barattoli in cui ripongo farine, cereali, zucchero etc;
  • preparare in largo anticipo le nuove decorazioni natalizie, i biglietti, e le carte, per non dover correre all’ultimo istante;
  • riorganizzare completamente la dispensa di cucina;
  • razionalizzare gli spazi contenitore in camera delle nane;
  • fare nuove tende e nuovo copriletto per la mia camera da letto;
  • trovare e restaurare una vecchia dispensa per la sala da pranzo (speriamo che mio marito non legga questa lista!);
  • vendere la mia preziosa scrivania antica e trovare un tavolino più piccolo e adatto ai nostri spazi;
  • riprendere a lavorare a maglia con l’aiuto di qualche amica compiacente che mi aiuti a ricordare come si fa;
  • provare una nuova ricetta ogni settimana;
  • riprendere le lezioni di Pilates, indispensabile per il benessere della mia schiena;
  • uscire da sola con mio marito almeno una sera al mese;
  • trovare più tempo per vedere le amiche, almeno una volta a settimana;
  • sperare, in tutto questo, che mi regga il sistema nervoso.

Dite che esagero? Questa è una minima parte delle cose che vorrei fare…e che ho già iniziato a fare.
Come un giocoliere tenterò di tenere in aria quante più clavette possibile, disegnando per me, per noi, un autunno caldo e produttivo. Questo autunno è un foglio bianco davanti a me, che aspetta solo di essere riempito di sogni.

2 pensieri riguardo “Capodanno”

  1. Sento improvvisamente bisogno di riempire una lista anch'io… ti farò sapere! E in bocca al lupo per la tua! Ogni volta che raggiungi un obiettivo facci sapere, così sarai più motivata…

  2. Che bello leggere questo post!mi ci sono davvero ritrovata.HO fatto anche io la mia lista di cose da fare, a fine estate e che soddisfazione vedere che mano a mano depennavo quelle portate a termine…la mia casa cambiava aspetto…Adesso sono davvero pronta per i progetti autunnali..anche io ho in mente la lana, ma anche il cucito…e come te tanto spazio alle amicizie !a presto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *