Peace & Love

E’ passato un mese, da che ho sospeso la pubblicazione del blog. Ho usato questo periodo per riflettere, ascoltare, decantare.
E ho bisogno di riflettere ancora.
Non ho risolto le faccende che mi stanno a cuore, ma in compenso ho imparato alcune cose interessanti:

– che pensavo di essere un’attrice migliore; invece a quanto pare i miei giorni a teatro non hanno lasciato strascichi utili per la vita di tutti i giorni;
– che a volte parlo troppo e troppo d’impulso, mentre dovrei stare zitta, e altre volte taccio quando dovrei gridare;
– che il sostegno può provenire dalle persone più inaspettate;
– che ho alcune amiche dotate di infinita pazienza, che sono ufficialmente la mia salvezza;
– che ci sono altre persone, invece, che quando hanno avuto bisogno hanno attinto a piene mani al mio tempo, alle mie energie e ai miei sentimenti, e poi si sono dimenticate di averlo fatto;
– che ci sono ancora altre persone che silenziosamente seguono le mie vicende, e rumorosamente gioiscono di ogni battuta d’arresto. A queste personcine piccole piccole auguro solo, una mattina, di guardarsi allo specchio e vedersi per come sono realmente: una punizione crudele ma efficace. Perché niente è più difficile a questo mondo che fare i conti con se stessi. Io lo faccio ogni giorno, e ne esco più forte di prima.
Questo blog tornerà, quando sarà il momento giusto. D’altronde, l’erba cattiva non muore mai…

Nel frattempo, peace & love