Un giorno a Desenzano del Garda

Del progetto a favore dell’AIL in cui sono stata coinvolta in qualità di blogger ho già parlato qui.
Oggi, nella seconda puntata, vi racconto invece della nostra bellissima giornata a Desenzano del Garda, dove si è tenuta la festa che Cameo e AIL hanno organizzato per le mamme blogger. Un modo per ringraziarle per l’impegno che stanno mettendo in questa campagna di sensibilizzazione, ma anche per far divertire i loro bambini in compagnia della mascotte Muu Muu, la simpatica mucca che dà il nome al budino con le macchie.
Tuttavia l’inizio della festa era fissato per le 15, mentre il nostro volo per Orio partiva alle 6,35: la mattina era dunque interamente a nostra disposizione, e confesso che ero un po’ preoccupata.
Le bambine sarebbero state brave o avrebbero fatto lagne per qualunque cosa, a causa della sveglia alle 4,30 e conseguente stanchezza? Avremmo trovato un tempo orribile e ci saremmo dovute rifugiare in un centro commerciale per sfuggire a pioggia e vento, senza poter mettere il naso fuori?
Fortunatamente, tutto è filato nel migliore dei modi. Anche perché l’agenzia pubblicitaria che ha organizzato l’evento ci ha trattate da principesse, ad esempio mandandoci all’aeroporto una macchina con autista per portarci a destinazione.
Il tempo era perfetto: soleggiato e senza un filo di vento; ottimo per dedicarsi ad esplorare la cittadina.

Il porticciolo vecchio
nane incantate dal presepe in allestimento

il lungolago, semi deserto di prima mattina
osservando pesci ed anatre

E’ stato bello entrate in un panificio e comprare due tranci di focaccia salata, da addentare sedute sul molo soleggiato, le gambe a penzoloni.

Desenzano è una cittadina gioiello, linda e curatissima

Abbiamo consumato il pranzo in un grazioso bistrot, La Cambusa, dove le bambine si sono ingozzate di polenta pasticciata e io di cinghiale (lo adoro, nella mia vita precedente devo essere stata…Obelix!), per finire con tortini caldi di cioccolato.
Boccheggiando per il troppo cibo siamo andate di nuovo lungo il lago, fino al faro. Da quel punto il panorama era davvero splendido, con le montagne innevate in lontananza.

Poco prima delle 15 un’auto ci ha portate alla festa, organizzata in Dolce Casa Cameo.

l’ingresso della sede

All’evento siamo stati trattati tutti come amici attesi a lungo, e questo mi ha colpito. Mi aspettavo un qualcosa di più “freddo” e orientato al marketing, che invece è rimasto decisamente sullo sfondo; da una parte, per dare risalto all’iniziativa benefica portata avanti dall’azienda, dall’altra per permettere ai bambini di partecipare spensieratamente ad una vera e propria festa di compleanno

Anita e Carolina vengono accolte dalla mascotte e dall’animatrice
I bimbi sono coinvolti nella preparazione di un disegno 
il capolavoro di Carolina
Tutti a bocca aperta per lo spettacolo di magia
il momento della torta
e poi dolci per tutti, naturalmente. 

Infatti, mentre i bambini si divertivano tra una caricatura e un trucco di magia, le mamme blogger hanno approfondito, insieme al Consigliere AIL Giuseppe Navone, le attività portate avanti dall’associazione e l’importanza di rendere virale il messaggio della campagna.

Alle 18 la festa è finita e alle 18, puntualissimo, si è presentato l’autista per riportarci all’aeroporto. “Purtroppo”, avendo il volo alle 21,35, eravamo in largo anticipo sui tempi e ci è toccato farci lasciare ad Orio center anziché all’aeroporto, dove per far passare il tempo siamo entrate in qualche negozio…

A mezzanotte eravamo a letto, stanche ma felici.
E’ stata una giornata molto densa di eventi, in cui ho conosciuto dal vivo tante altre blogger che seguivo via web: è sempre strano e bellissimo stringere la mano ad una persona che ti sembra di conoscere, ma che fino ad un minuto prima è stata lontanissima da te. Chissà, forse sono nate delle amicizie che dureranno nel tempo!

Prima di concludere questo lunghissimo foto post vi ricordo che la campagna di Cameo a favore dell’AIL non si è conclusa affatto sabato scorso, con l’evento riservato ai blogger, ma prosegue fino a gennaio 2015. Tutti possiamo contribuire in modo molto semplice per far aumentare il contributo destinato all’associazione (Cameo infatti ha destinato fin da subito 30mila € al miglioramento delle case alloggio): basta condividere sui social una foto con il tag #auguriMuuMuuXAIL. Ad ogni immagine corrisponde 1 € in più. Qui trovate altri dettagli dell’iniziativa.
Un gesto piccolo e semplice che può fare una grande differenza.

2 pensieri riguardo “Un giorno a Desenzano del Garda”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *