Sei anni, con Elsa

Stavolta ce la posso fare. Stavolta riesco a risparmiarvi il post di compleanno strappalacrime in cui mi lamento del tempo che passa, dei figli che ti sfuggono tra le mani e ti diventano adulti in un lampo. Stavolta non lo dico che tra poco la mia “nana piccola” non potrò più chiamarla così, mentre vorrei poterlo fare per sempre. E non dico neppure che lei è la “mini-me”. Non solo per l’aspetto mostruosamente simile al mio (AAA cercasi geni paterni… dove si sono nascosti?). Non solo per il carattere che richiama il mio in modo impressionante, cosicché basta un mezzo sguardo per capirci, senza bisogno di parole. E non dirò nemmeno quanto sono orgogliosa e intenerita dalla sua sensibilità fuori dal comune, e quanto mi preoccupa il sapere che questa dote le porterà nella vita qualche sofferenza in più.
No, stavolta giuro che tutte queste cose non le dico!
Stavolta faccio solo un post sulla sua festicciola di compleanno. Ecco.
Una festa piccola piccola in cui ha voluto pochissime amiche con sé, per giocare insieme alle principesse del ghiaccio. Pardon, regine. Perché le seienni oggi sono tutte pazze per Elsa, la protagonista di Frozen, e la mia non fa eccezione.
Nelle settimane precedenti quindi ho provveduto a realizzare un costume da Elsa per lei e per due delle sue amichette, mettendo a frutto le mie scarse doti di sarta (e infatti i vestiti hanno richiesto numerose modifiche e revisioni!). Se qualcuna fosse interessata ad un tutorial, nonostante le mie pubbliche affermazioni di incompetenza, sono disponibile a mostrarvi come NON si realizza un bel costume da Elsa.
Ecco, comunque, il risultato finale del mio lavoro.

la prima prova dell’abito completo

prove di trucco e parrucco

Nei giorni precedenti la festa ho fatto trovare alla mia piccola principessa una lettera della sua beniamina, che le faceva gli auguri e le rivelava alcuni segreti della felicità: non arrendersi mai davanti alle difficoltà ma affrontarle con coraggio e un pizzico di autoironia, e saper esprimere le proprie emozioni senza tenerle dentro, poiché reprimerle può essere molto dannoso. Lo so, quest’ultimo consiglio dovrei seguirlo io per prima…

lettura dei consigli di Elsa

 Sempre in tema di sorprese, mi sono di nascosto cucita un costume da Elsa della mia misura, e il giorno della festicciola sono sparita per un po’, ricomparendo a trasformazione avvenuta: la faccia allibita di mia figlia ha ampiamente ricompensato le ore di cucito notturno!

pensavo di andare in ufficio vestita così, che ne dite?

Mamma, ma tu sei matta!

Anche la tavola è stata preparata seguendo il tema di Frozen: cristalli di ghiaccio e alberi innevati, declinati in azzurro, bianco e argento.

Alzatina con Cupcakes di diversi gusti, guarniti da cake toppers a tema.
Una molletta – fiocco di neve sul bicchiere porta posate riprende ancora il motivo della festa
Festone di cristalli di ghiaccio, nastri d’argento e paper pom pom 

Anche il cibo è stato “frozenizzato”: così semplici biscotti al burro (la ricetta l’ho postata qui), ricoperti di pasta di zucchero e decorazioni, si sono trasformati nella foresta incantata di Arendelle e in una tempesta di neve

Per concludere sulla parte decorativa, vi lascio l’immagine della ghirlanda che ho creato per la festeggiata:

i fiocchi di neve sulla tenda sono adesivi rimovibili

E siccome ci piace strafare, per la mia amica Elisa – santa donna che si presta alle mie pazzie! – ho cucito un vestito last minute da Anna, che lei ha poi decorato sul corpetto usando i colori acrilici: il risultato complessivo è stato eccellente!

well done Elisa!
potevamo forse astenerci da un selfie?
peccato sia un po’ sfuocato, ma nella bolgia della festa era il massimo che potevamo ottenere!

Ed ecco il momento delle candeline. Lo so, la torta mi è venuta bruttissima, oltre che le doti da sarta devo migliorare quelle da cake designer. Avendo preparato tutto la mattina della festa ho avuto 10 minuti da dedicare alla decorazione della torta, e non ho saputo fare di meglio!

Dulcis in fundo, vi svelo qual è stato il regalo di compleanno della mamma: gli orecchini!
Desiderava da molto farsi bucare le orecchie, così la mattina del suo compleanno l’ho portata, senza preavvisarla. Mi piace fare sorprese! E adoro riceverle.

motivata ma anche terrorizzata!
i nuovi brillantini… celesti, per essere adatti al vestito da Elsa!

Auguri, cucciolo mio

Un pensiero riguardo “Sei anni, con Elsa”

  1. Wow ma…sei stata bravissima!I vestiti sono stupendi, voi siete bellissime e quei biscottini fanno venire l'acquolina in bocca!E poi le decorazioni sono perfettamente a tema, come la torta (guarda che a me sembra perfetta) e persino gli orecchini e la ghirlanda..sei un portento!!!!Quanto alla lettera, e' una idea splendida che prima o poi ti copierò: un modo per avvicinarsi a loro e fargli arrivare insegnamenti di valore.Brava, bravissima e buon compleanno alla tua regina di ghiaccio!!!P.s. Tieni i costumi per Carnevale…magari per l'ufficio no, anche se ti dona, eh?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *