La saggezza dei bambini. Mini-me e il senso della vita

La nana piccola, la Mini-me, ha la malinconia serale. Poveretta, pure questo doveva prendere da sua madre… Succede quindi che quando si va a letto a lei vengano, tutte in una volta, le domande esistenziali scabrose, i quesiti sul senso della vita, le riflessioni sul qui e ora e le elucubrazioni sulla vita oltre la morte. Capirete perché, ogni tanto, quando mi chiede se le faccio un po’ di compagnia sul soppalco, mi venga da dirle: e un bel libro divertente, no?
Ieri ho trascorso una mezz’ora con entrambe nella loro tana, e dopo un minuto che ero lì è partita la raffica di domande.
– Ma noi lo sappiamo quando moriremo?-
– Ma papà morirà per primo, perché è il più grande?-
– Ma io morirò per ultima, perché sono la più piccola?-
– Ma quando vi raggiungerò come faccio a riconoscervi?-
– Ma quando tu sarai morta io come farò senza i tuoi abbracci?-

E via così, all’insegna dell’ottimismo e dell’allegria.

non so voi, ma io se voglio leggere, supponiamo all’ombra dell’ulivo, devo leggere così: con lei che mi fissa

Io ho cercato di parare i colpi, rispondendo il più sinceramente possibile. Odio mentire: in generale e ai bambini ancora di più. Anche perché i bambini, con la loro logica stringente, ti fanno saltar fuori subito le contraddizioni di ciò che stai dicendo, e non si dimenticano che li hai presi in giro. La prossima volta che avranno un quesito importante, che sta loro a cuore, non si fideranno più di te.
Però, ecco, dire ad un bambino che non lo sappiamo quando moriremo, che essere bambini non è una garanzia che non accada niente di brutto, e che in realtà nemmeno ne siamo troppo sicuri che dopo ci sia davvero qualcosa, e chi lo sa se staremo insieme per sempre… non è facilissimo.
Io ci ho provato, con la massima delicatezza possibile e sperando di non fare danni.
Forse ci sono riuscita, perché tra un bacio e un abbraccio, una carezza e un silenzio pensieroso, la nana piccola mi ha detto:
– Mamma, ma allora, se non sappiamo quando moriremo, dobbiamo impegnarci per essere felici e volerci bene ogni giorno! Non dobbiamo sprecare il tempo essendo tristi, perché poi ce ne pentiremmo. Dobbiamo goderci tutte le cose che facciamo e non pensare sempre a quelle che non possiamo fare, vero? –
E io sono riuscita solo a dire di sì, con il solito groppo in gola e la consapevolezza, ancora una volta, di quanto ho da imparare da queste creature che mi sono state affidate.

5 pensieri riguardo “La saggezza dei bambini. Mini-me e il senso della vita”

  1. I bambini non sono altro che la nostra immagine riflessa. Se loro sono così sensibili e dolci non puoi che esserne fiera e felice… per come sono loro e per come sei tu. Goditele ogni istante perché il tempo passa e la trasparenza dei loro occhi presto sarà offuscata dall'essere adulto. Che nostalgia! Dovremmo tutti imparare da loro ed aprire cuore e menti alle emozioni. Invece impariamo ad essere indifferenti, freddi e razionali travasando involontariamente queste emozioni sui nostri piccoli. Guarda le tue bimbe e specchiati nei loro occhi. Resta bambina il più possibile….. per crescere c'è sempre tempo. runner_dottorhouse72 (papà di 3 cuccioli)

  2. Capisco i quesiti della Mini- Te, perché anche a me la sera prende la nostalgia esistenziale ed è sempre stato così.Anche il nano, a tre anni, già fa domande simili, anche se molto più semplificate, ovviamente.mentire ai bambini secondo me è sbagliatissimo ma ho sempre paura di creargli turbe e paure.credo che tu abbia fatto bene a rispondergli la verità.Quanto alle conclusioni di tua figlia, sono la prova che la saggezza non ha età e che…e' una bimba intelligente e sensibile!

  3. @Runner, hai proprio ragione! Grazie per le belle parole@mamma Avvocato: è davvero difficile dire la verità e non spaventarli, certe volte arriviamo a mentire solo per non traumatizzarli, ma in fondo è sbagliato, perchè poi se davvero accade qualcosa di brutto lo schock è ancora maggiore: non sono preparati a gestire quello che si trovano di fronte e in più si sentono traditi e imbrogliati dal genitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *