Maggio, il mese delle rose

E’ arrivato maggio. Con il suo sole tiepido e il mio piccolo giardino traboccante di rose.

La rossa Tradition 95 che fa capolino in mezzo alla gloria dorata di Golden Gate

La candida Monna Lisa che attende di dischiudersi

Golden Celebration e i suoi morbidi rami carichi di fiori profumatissimi

La superba Wall Street con la sua tonalità albicocca sfumata di giallo e i suoi lunghi steli perfetti per il taglio

Maggio con il n. 3 di Casa&Décor, interamente dedicato al fiore più amato di tutti i tempi.
E naturalmente c’è anche il mio articolo, con un tutorial tutto dedicato alle rose – stavolta però di stoffa – per far felici mamme e figlie!

L’avete già acquistato in edicola? Se non lo avete ancora fatto vi consiglio di rimediare subito, troverete una rivista che di numero in numero si fa più ricca e colorata, piena di idee e spunti interessanti!

Casa&Décor and me

E’ che qualche volta i sogni si avverano. L’avevo detto, io, che questo 2014 sarebbe stato un anno bello bellissimo. Pieno di cambiamenti. Posso dire che fino a questo momento è stato davvero così, e nei prossimi mesi prevedo altre belle cose in arrivo. Ma non divaghiamo.

Cose belle e grandi nascono da piccoli gesti. Succede che su facebook la tua amica – Fra, ti posso definire così? – Francesca Meazza ti segnala una rivista nuova nuova, di quelle che a te piacciono da morire. E tu corri a comprarla. E ti piace così tanto quello che leggi che mandi un messaggio per complimentarti e inizi un dialogo con la deliziosa Manuela Longo, la responsabile della redazione, e finisce che poi sei lì che scrivi e costringi quel santo di tuo fratello a farti le foto per l’articolo. 
BAM! Praticamente dal niente. Qualche volta succede, e stavolta è successo a me e io non potrei esserne più felice.
Ecco la copertina del n. 2 di Casa&Décor, mese di aprile, sul quale trovate la mia rubrica, la prima di una serie che spero sarà lunghissima. Il mio auspicio è di poter crescere insieme a questa bella pubblicazione, ed alle persone che se ne occupano e che hanno saputo renderla così accattivante
e se volete dare un’occhiata alla mia rubrica… eccola qui, a pagina 96 (sì, ci sono anche le nanette!)
E’ proprio vero che Good things come to those who wait