Intervallo. Bosa

Il mese scorso ho avuto la possbilità di trascorrere un paio di giorni nell’incatevole Bosa, cittadina della Planargia adagiata sulle sponde del fiume Temo, unico esempio di fiume navigabile in Sardegna.Il tempo era brutto e freddo, ma i colori delle case sfidavano il grigiore del cielo in un affastellarsi di azzurri e gialli, interrotti di tanto in tanto da tonalità più audaci, come lilla o arancio.

Mi ha ricordato un po’ certe stupende cittadine della Liguria, come ad esempio Camogli.

Bosa si arrampica su un colle che trova il suo culmine nel castello medievale di Serravalle, di proprietà dei Malaspina che a lungo ressero il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *